Decentrati

Noi siamo Decentrati, lontani dal centro di Ravenna.

Domenica prossima si vota per il rinnovo dei Consigli Territoriali. Surrogati di quelli che erano la parte politica del decentramento amministrativo prima che Calderoli lo spazzasse via in venti città capoluogo di Provincia.

La discriminante fu il numero degli abitanti, non la vastità del territorio. Così Ravenna, pur essendo il Comune più vasto d’Italia dopo Roma, perse la possibilità di avere l’amministrazione a casa dei cittadini. Tutto questo aggirando il principio di sussidiarità, definito nel trattato di Maastricht nel 1992, che spronava gli Stati a portare la Pubblica Amministrazione il più vicino possibile alle cittadine e ai cittadini. Avere cioè la politica a km 0!

Qualcuno dice che il Decentramento non serve perché non “conta” niente, ma non è vero.

Serve a chi ha voglia di approcciarsi alla politica perchè ti fa capire come funziona la macchina amministrativa. Serve alle cittadine e ai cittadini perché può raccogliere le istanze di molti per spingere l’Amministrazione a fare il bene di tutti.
Certo se qualcuno lo usa per fare i propri show personali o per crearsi una piccola corte, il Decentramento non conta niente.

A loro dico di lasciare il posto a chi ha veramente a cuore il bene pubblico.

Buon voto a tutti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: